fbpx

Le tematiche

Le aree tematiche rappresentano i 10 campi di riferimento entro i quali si fanno rientrare le proposte de La Prossima Generazione. Pensate per la prima call, quella del 2020, sono state create per mettere ordine a tutte le idee progettuali arrivate, con l’obiettivo poi di creare dei percorsi tematici e unire proponenti e proposte sotto cluster analoghi.

Esse identificano e definiscono tra di loro le proposte, le quali invece sono accomunate dal fattore generativo in senso trasversale e dal fatto di essere state inviate da under 40 in senso orizzontale.

IMMAGINARE, CERCARE E INNOVARE
Descrizione

Riferimento Goal 9 Agenda 2030 ONU

L’età giovanile è per eccellenza l’età dell’immaginare, dove si sognano futuri possibili e soluzioni ai problemi che si avvertono come cogenti a livello sociale, economico, culturale, quindi personale e comunitario. È l’età anche dell’innovare, dove si cerca di portare a terra tutti i movimenti interiori per dare vita a qualcosa di unico e irripetibile. Nei nostri giorni questo passa necessariamente attraverso gli strumenti digitali che la tecnologia ci mette a disposizione, vero orizzonte condiviso dell’epoca attuale. Ma la tecnologia di per sé non basta, serve anche attenzione e visione per un rilancio che sia davvero integrale. Osiamo e cerchiamo di essere protagonisti di questa stagione di trasformazioni!

CONDIVIDERE E GOVERNARE IL BENE COMUNE
Descrizione

Il tema del bene comune rappresenta un aspetto decisivo per testare la salute e la generatività di una società. Questo perché i beni comuni, posti tra beni privati e beni pubblici, fanno della partecipazione collettiva e dell’attenzione diffusa la propria ragion d’essere. Avere a cuore ciò che è comune è sinonimo di fiducia e felicità diffusa, motivo anche di crescita economica e occupazionale. È importante perciò tornare a valorizzare ciò che appartiene a tutti, attraverso però forme innovative, sostenibili e replicabili. Senza un’attenzione speciale a ciò che è comune, anche ciò che ci appartiene come individui scompare!

CUSTODIRE L’AMBIENTE E IL PAESAGGIO
Descrizione

Riferimento ai Goal 13, 14, 15 Agenda 2030 ONU

La sfida della sostenibilità ambientale rappresenta probabilmente la più grande prova a cui siamo chiamati a rispondere come umanità in questo XXI° secolo. Andando oltre ad un atteggiamento predatorio, sia verso le risorse naturali che verso le persone e le comunità, occorre ripensare a forme di convivenza con l’ambiente che siano rispettose e rigenerative, a maggior ragione in un Paese così fragile ma così ricco di biodiversità come l’Italia. Siamo davvero chiamati ad essere custodi del Creato!

INVESTIRE E CONDIVIDERE IL PATRIMONIO
Descrizione

L’Italia è uno dei paesi con il più grande risparmio privato al mondo. L’Italia è altresì un paese fondato sulla rendita, in particolare delle fasce di popolazione più anziane e benestanti a scapito di quelle più povere e giovani. Un paese che gestisce così le proprie ricchezze però è destinato a scomparire perché perde ogni propulsione allo sviluppo, soffocando nel debito e nell’egoismo. Per rompere questa stagnazione serve un’alleanza che vada a smuovere questi patrimoni per immetterli nel flusso economico e sociale, rilanciando una stagione di crescita e sviluppo. Solo attraverso la redistribuzione e il coraggio di intraprendere si può aprire una reale rigenerazione!

RIGENERARE LA CULTURA, LE ARTI E LA SPIRITUALITÀ
Descrizione

L’Italia è la patria di santi, artisti e intellettuali. Riconosciuti in tutto il mondo come espressione di uno stile e di una profondità unica nel suo genere, troppo spesso noi italiani ci dimentichiamo di tutta la bellezza di cui siamo portatori e che potremmo ulteriormente generare. Occorre quindi ripensare il modo di fare e diffondere cultura, di valorizzare l’arte, di diffondere e vivere la spiritualità, al passo coi tempi, ma allineati alle tradizioni. Non priviamo il mondo di tutto lo splendore italiano!

VIVERE LA FAMIGLIA, LA COMUNITÀ, LA SOCIETÀ
Descrizione

Riferimento al Goal 16 Agenda 2030 ONU

Ogni giovane è in cammino verso un nuovo orizzonte di senso, in dialogo con gli altri. Tutti nasciamo in un contesto familiare, comunitario e societario già dato, ma, crescendo, ognuno desidera portare un contributo personale, lasciare il proprio segno per ridefinire le famiglie, le comunità e le società del futuro attraverso la propria sensibilità e al passo coi tempi, in un’ottica inclusiva e rispettosa delle diversità. Ripensiamo insieme il modo di convivere!

EDUCARE E FORMARE
Descrizione

Riferimento al Goal 4 Agenda 2030 ONU

Qualsiasi discorso su un avvenire prospero passa dall’educazione e dalla formazione rivolta ai giovanissimi. Strette tra pulsioni performative, da un lato, e desideri egualitari, dall’altro, le agenzie educative dei nostri tempi faticano a trovare un equilibrio positivo che possa davvero mettere al centro un atteggiamento di cura. Ruoli come quello del maestro, del professore, dell’educatore rischiano di perdere la propria rilevanza in una società, come quella attuale, votata al successo. Occorre quindi una nuova alleanza educativa tra agenzie, comunità e generazioni, così come pratiche innovative che mettano realmente al centro le relazioni. Educare è una vocazione primaria, non un ripiego!

PRENDERSI CURA
Descrizione

La cura è la virtù che contraddistingue l’atteggiamento generativo. In un’epoca di individualismo, di indifferenza, di competizione sfrenata e ricerca continua della performance, l’atteggiamento di cura rappresenta il legame necessario per creare relazioni abilitative e tenere insieme persone e comunità. Prendersi cura significa avere a cuore gli altri, l’ambiente, il cosmo e spendersi affinché la felicità e la libertà siano diffuse, attraverso iniziative innovative che pongano al centro il noi rispetto all’io. Da soli si va più veloci, ma insieme si va più lontano!

ABITARE LA CASA E LA CITTÀ
Descrizione

Diventare grandi vuol dire affrontare delle sfide che ci individuano, attraverso un cammino di crescita fatto di step progressivi. Uno di questi è rappresentato dallo smarcarsi dall’ambiente familiare per intraprendere percorsi di vita unici e personali, maturando una consapevolezza su come abitare un territorio e dove eventualmente mettere radici. Eppure in Italia, sia per questioni economico-sociali, sia culturali, sappiamo bene che è molto difficile per un giovane compiere questo passo. Occorre quindi ripensare i modelli abitativi che hanno contraddistinto il nostro Paese in questi decenni, per proporre soluzioni innovative, in grado anche di valorizzare il patrimonio edilizio già presente. Tutto ciò è necessario per l’emersione di personalità generative e sane! 

INTRAPRENDERE E GENERARE VALORE CON IL LAVORO
Descrizione

Riferimento al Goal 8 Agenda 2030 ONU

Il lavoro rappresenta una delle attività umane maggiormente deputate al perseguimento della felicità, sia per i singoli che per le comunità. Eppure troppo spesso il lavoro viene visto come un dovere, un impegno necessario per portare a casa uno stipendio che possa permetterci di vivere una vita dignitosa. È sicuramente così, ma non basta alla fioritura integrale dell’umano. Attraverso nuove forme di lavoro possiamo generare un reale impatto trasformativo, creando valore per sé e per gli altri, in un’ottica condivisa e cooperativa. Attraverso il lavoro possiamo essere il cambiamento di cui tanto bisogno sentiamo l’esigenza!